Comunicati
altri contenuti
0

Mercoledì 5 aprile h.20:00 assemblea pubblica per la costruzione di un corteo delle realtà antifasciste cittadine e in regione nella giornata del 25 aprile al FISH’N’ROLL di Via Santa Croce 16/d.

Che il fascismo non solo non sia mai completamente scomparso dopo la Liberazione, ma che abbia ripreso forza e stia puntando in maniera famelica anche le nostre città, è un dato di fatto a cui nessuno e nessuna può sottrarsi.
L’apertura di Terra dei Padri a Modena, l’intensificarsi di attività destrorse in luoghi storicamente «sicuri» come Reggio Emilia e Imola, infine la sequela di maldestri quanto inquietanti tentativi di aggressioni e provocazioni a Bologna, hanno altresì reso evidente come la lotta antifascista non sia più delegabile a certe singole realtà, a certi singoli e per singoli territori divisi a scompartimenti stagni.
Se da un lato ci si confronta con uno spettro reazionario che passa per razzismo diffuso, neo-nazionalismi identitari e cultura securitaria, l’altro lato della medaglia è quello del blocco di potere che detiene il governo nazionale e locale: il «partito della nazione» riesce contemporaneamente a riabilitare i criminali repubblichini e fare picchetti ai sacrari partigiani, a sgomberare spazi antifascisti e dichiararsi erede della Resistenza, a imprigionare i/le migranti e definirsi contro il razzismo.
L’antifascismo è una pratica quotidiana, costante e concreta che può svilupparsi e incarnarsi solo nelle pratiche e nelle riflessioni per un mondo diverso, basato sui principi di libertà e uguaglianza.
Per questo vogliamo costruire con tutte le realtà antifasciste, resistenti e libertarie dei territori bolognesi e regionali, un percorso che abbia nel corteo del 25 aprile un momento pubblico importante, dove dietro la tematica di «Autogestione e Resistenza», tutte e tutti possano esprimere assieme i loro percorsi.
Con questo obbiettivo, invitiamo tutte e tutti all’assemblea pubblica del 5 aprile per la chiamata del corteo del 25 aprile, alle ore 20 al FISH’N’ROLL di Via Santa Croce 16/d.
Realtà antifasciste di Bologna e della regione
                        
0

Sabato 25 Marzo: Assemblea degli Sport Popolari e a seguire Cena Benefit per la Palestrina Popolare Cirenaica – Boxe

Sabato 25 Marzo: Assemblea degli Sport Popolari e a seguire Cena Benefit per la Palestrina Popolare Cirenaica – Boxe
Ore 18.30 Aperitivo
Ore 19 Assemblea degli Sport popolari
Ore 20 Cena Benefit per la Paletrina Popolare Cirenaica – Boxe
Selection_835
0

Venerdì 24 marzo ore 20: Il collettivo Caffè Malatesta al circolo. Presentazione e prefinanziamento.

Aperitivo libertario, a seguire presentazione del progetto di torrefazione autogestita e del prefinanziamento per l’acquisto del macchinario. Dopo anni di lavoro autogestito, rapporti rispettosi, solidali e diretti con produttori e consumatori, “rinuncia” alle certificazioni istituzionali del biologico, trasparenza sul prezzo, il collettivo di lavoro Caffè Malatesta ha deciso di acquistare, sia per motivi politici che economici la macchina per la torrefazione del caffè. Saranno presenti alcuni di loro per raccontarci la loro storia e come funziona il prefinanziamento tramite Mag2. Organizzano Gruppo Informale d’Acquisto Zapatista, Spaccio Popolare Autogestito, Rete Eat the Rich, Circolo Anarchico Berneri. 

Selection_821

0

Venerdì 17 marzo ore 20:00: Oltre le scosse. Percorsi di solidarietà e autorganizzazione in centro Italia. Incontro con Campetto Occupato di Giulianova e le Brigate di Solidarietà Attiva del teramano e Imola.

Venerdì 17 marzo ore 20:00: Oltre le scosse. Percorsi di solidarietà e autorganizzazione in centro Italia. Incontro con Campetto Occupato di Giulianova, Brigate di Solidarietà Attiva e Termano antifascista. 
Aperitivo e dibattito: 
A sette mesi dal primo terremoto che ha scosso il centro Italia, il Circolo Anarchico Berneri organizza una giornata di dibattito con le realtà che hanno contribuito a creare nei territori una risposta dal basso, autorganizzata, all’emergenza. Una risposta che si è radicata costruendo reti territoriali di solidarietà diffuse e partecipate.
Cercheremo di ripercorrere gli eventi a partire dal primo soccorso, analizzando le problematiche affrontante nell’emergenza e la situazione
attuale delle popolazioni terremotate. Interverranno alcuni attivisti e compagni del Campetto Occupato di Giulianova, delle Brigate di Solidarietà Attiva del teramano e Imola
Selection_819
0

Domenica 12 Marzo ore 19. Sara’ un risotto che vi seppellira’. Serata di socialita’ contro la repressione.

Dalle 19 dibattito con varie realta’ sulla solidarieta’, a seguire cena benefit spese legali
Circolo Anarchico Berneri
Selection_818
0

L’altra città esiste. Autogestione, resistenza! Sabato 4 e domenica 5 marzo

Sabato 4 marzo dalle 14 preparazione materiali in vista dell’8 marzo a cura delle Mujeres Libres e Spaccio Popolare Autogestito
Domenica 5 marzo dalle ore 10.30 laboratorio di autoproduzione di biscotti al cioccolato salato per bambini e non con Ludovica de La Lanterna di Diogene; pranzo sociale. Nel pomeriggio: “Come nascono le piante?” Laboratorio per bambini e non con Silvia di Campi Aperti che ci parlerà di sovranità alimentare a partire dalla messa a dimora dei semi; a seguire musica dei Thanks Pluto. Pranzo e concerto a offerta libera, benefit per lo Spaccio Popolare Autogestito.
0

20 Febbraio / Piazza Nettuno ore 16 / Manifestazione: Basta con la paura! Manifestazione migranti e richiedenti asilo

In questi mesi, noi migranti e richiedenti asilo siamo stati accusati di vivere in alberghi pagati con i soldi degli italiani, ma in realtà abbiamo aspettato in silenzio in centri di accoglienza che hanno arricchito le cooperative. Chi di noi è uscito dal circuito dell’accoglienza si è ritrovato al gelo dei parchi o sotto i ponti, ma ha anche lottato per una casa. Tutti abbiamo affrontato il razzismo istituzionale che ci impedisce di diventare regolari. Lo abbiamo fatto nella speranza di ottenere prima o poi i documenti per cui abbiamo attraversato confini, ma le commissioni territoriali hanno per noi una sola risposta: il diniego. Siamo venuti in questo paese per fuggire dalla guerra, dalla violenza e dalla miseria. Ora il governo ci vuole rinchiudere in centri di detenzione e deportare in massa di nuovo verso la guerra, la violenza, la miseria.
Nessuno di noi crede più alla promessa dell’asilo e dell’accoglienza. Sappiamo che se rimaniamo in silenzio quello che ci aspetta è lavoro forzato senza salario e diritti, in attesa di espulsione. Se rimaniamo ancora in silenzio non avremo mai il permesso che serve per vivere e muoverci liberamente in Italia e Europa. Per farci stare zitti dicono che siamo i responsabili della povertà dei lavoratori italiani, ma lo sfruttamento e il ricatto del permesso che subiamo sono l’arma che aziende e cooperative usano per impoverire e precarizzare tutti, italiani e migranti. Per questo dobbiamo lottare insieme come sta già succedendo dentro e fuori l’Italia.
Non vogliamo più aspettare mesi e anni per avere risposte negative sulle nostre richieste d’asilo ed essere deportati. Non abbiamo più paura e abbiamo deciso di scendere in piazza a Bologna per urlare che questo non è il tempo di deportazioni ed espulsioni, ma è il nostro tempo: il tempo della libertà di migranti e richiedenti asilo per la libertà di tutti. 
No alle deportazioni e alle espulsioni
No al razzismo istituzionale
No ai centri di detenzione
MANIFESTAZIONE
BOLOGNA – 20 FEBBRAIO
Piazza del Nettuno – ore 16
Associazione Senegalese Cheikh Anta Diop, Bologna No Borders, Comunità Bangladesh Bologna, Comunità Pakistana Bologna, Lazzaretto CSOA-CIMSP, Coordinamento Migranti, Scuola d’italiano Aprimondo, Unione Sindacale Italiana
0

Venerdì 10 Febbraio ore 20 – Presentazione del libro “Indios senza re” con l’autrice Orsetta Bellani

Gli zapatisti vogliono cambiare alla radice la struttura del potere e decentralizzarlo, quindi nelle comunità non si lotta soltanto contro il malgoverno statale resistendo alle continue provocazioni e alla guerra a bassa intensità, ma si sperimenta l’autonomia a livello comunitario. contemporaneamente, la capacità degli zapatisti è stata quella di mettersi in gioco doppiamente, sia sperimentando l’autogoverno sia mettendo in crisi il discorso egemonico assai presente anche nei movimenti rivoluzionari.

Ore 20  – Aperitivo zapatista a seguire presentazione del libro

Circolo Anarchico  Berneri

0

Seminario: Anarchismo o politica? venerdì 13 gennaio ore 20:00

Un primo appuntamento per ragionare su temi di fondo, teorici ma che ci aiutino anche nella pratica, al di là delle attività contingenti di lotta in cui siamo impegnati. Dopo il necessario aperitivo, ci saranno due relazioni introduttive e a seguire dibattito. Il tema è quello del rapporto tra anarchismo e politica e saranno presentate tesi diverse con al centro riflessioni su: anarchismo, questione sociale, possibili significati del termine politica, percorsi di lotta e autogestione, democrazia diretta. Tutti i compagni e le compagne sono invitati a partecipare.  

0

Venerdì 20 gennaio – La lotta No MUOS tra repressione e mobilitazione, a seguire cena di finanziamento in risposta all’appello di sottoscrizione contro la repressione del movimento No MUOS.

Venerdì 20 gennaio
ore 18: discussione e approfondimento sulla lotta No MUOS con alcuni attivisti
ore 20:30: cena di sottoscrizione contro la repressione del movimento No MUOS

Nel corso di questi anni la lotta antimilitarista ha visto un nuovo fronte nella mobilitazione per bloccare la costruzione e l’attivazione dell’impianto di comunicazione satellitare militare denominato MUOS in Sicilia, a Niscemi. La lotta No MUOS, negli ultimi5 anni, ha visto il coinvolgimento di migliaia di persone che hanno deciso di intervenire direttamente, coi propri corpi, per bloccare lo scempio militarista contro un territorio e i suoi abitanti. Ora l’apparato repressivo dello Stato continua a colpire attiviste e attivisti NoMUOS: sono centinaia i procedimenti in corso. La Federazione Anarchica Siciliana ha lanciato un appello per una sottoscrizione “contro la repressione del movimento No MUOS” alla quale rispondiamo con una cena di finanziamento venerdì 20 gennaio a partire dalle 20:30. La cena sarà anticipata, dalle ore 18, da un momento di discussione e approfondimento sulla situazione della lotta No MUOS con la presenza di alcuni compagni attivi nella mobilitazione.

Solidali con chi lotta, contro guerre ed eserciti!
Perla cena, a offerta libera e generosa, è prevista la prenotazione. Contattare: 3357277140