14 novembre Sciopero Sociale!

Appuntamento in Piazza Re Enzo h10 per partecipare alla manifestazione. Saremo dietro lo striscione “Mai più schiave. Vogliamo tutto”

We’re riot 😉

Il 14 novembre portiamo in piazza la prima ‘prova’ di sciopero sociale. La sfida è quella di unire le lotte di coloro che parteciperanno allo sciopero di 24h indetto per questa giornata e di coloro che non possono scioperare. Vogliamo dare voce e visibilità a figure del lavoro diverse e molteplici, facendo valere la loro specificità dentro a un percorso comune. Questo percorso è condiviso da decine di città in Italia ed è all’interno di un quadro europeo che vede sempre più realtà – dalla Francia al Portogallo alla Germania – raccogliere la scommessa dello sciopero nell’era della precarietà generalizzata.

Il 14 novembre è una data che guarda al futuro: tornare a parlare di sciopero significa accumulare forza e colpire al cuore dei differenti luoghi della precarietà, dalle cooperative alle fabbriche, dalle università alle case dove si svolge il lavoro domestico. Lavoratrici e lavoratori dipendenti, disoccupati e «occupabili», precarie e precari di ogni genere, operai, migranti e studenti saranno in piazza anche a Bologna per rivendicare chiaramente un salario minimo europeo, un welfare e un reddito europei e per dire basta al lavoro gratuito. Sono queste le tre parole d’ordine attorno a cui si articola lo sciopero sociale, per sfidare sul loro stesso terreno le nuove politiche dell’occupazione italiane ed europee, dal Jobs Act alla riforma degli ammortizzatori sociali (Naspi) al programma Youth Guarantee.

Proprio perché lo sciopero sociale è rivolto a un mondo del lavoro tanto precarizzato quanto frammentato, il Laboratorio lancia due appuntamenti per la giornata del 14 a Bologna. Un primo appuntamento alle 10 in Piazza Re Enzo, in cui convergeranno lavoratori, lavoratrici e studenti che il 14 Novembre incrociano le braccia. Alle 18, sempre in piazza Re Enzo, ci sarà un secondo appuntamento per dare voce e visibilità a coloro i quali la precarietà e lo smantellamento dei diritti impedisce di scioperare, ma che vogliono riappropriarsi dello sciopero.

Incrociamo le braccia, incrociamo le lotte: è tempo di sciopero sociale!


foto-sciopero-sociale-621-414-
http://scioperosociale.it/

http://circoloberneri.indivia.net/